BLOG

Una cucina attenta alle intolleranze alimentari di grandi e piccini

Piatti vari e gustosi per tutti, le intolleranze alimentari si affrontano col sorriso.

Imparare a convivere con intolleranze alimentari non è facile per nessuno. Nemmeno se sei adulto, nemmeno se sai adeguarti a tutto. Perché c’è chi è intollerante al lattosio, chi alle uova, chi all’aglio, chi al sedano, chi al prezzemolo, chi al frumento, chi al pomodoro, chi ad almeno cinque-sei alimenti in contemporanea.

E non si tratta di una moda, di un capriccio, di un vizio del momento. No. Eviteresti volentieri d’esserlo, intollerante. Anche perché in genere ti tocca giustificarti quando esci a pranzo e a cena, devi spiegare ben bene il tuo problema, sperare di trovarti nel ristorante giusto. Non è da sottovalutare, un’intolleranza alimentare. E i “sì sì, non si preoccupi” di certi camerieri non ti lasciano del tutto sereno.

Al Ristopizza San Michele capisci subito di trovarti nel posto giusto. In cucina Stefano è attento a tutto. Cuoco provetto, appassionato del proprio lavoro, curioso, sempre pronto a mettersi in gioco con nuovi piatti e proposte, conosce bene le intolleranze. “Cerchiamo di fare tutto il possibile per venire incontro a chi soffre di intolleranze alimentari”, spiega. Piuttosto un piatto non te lo da, ma di certo con lui non rischi. Se dice che una cosa puoi mangiarla hai la certezza di poterti fidare.

Il tutto diventa ancor più importante quando l’intollerante non sei tu, ma tuo figlio. I bambini sono fantastici, sanno sorprendere dimostrandosi spesso più flessibili e più adattabili degli adulti a qualsiasi nuova situazione. Ma togliere a un bambino un cibo per il quale magari andava golosissimo fino a poco tempo prima non è facile. Vagli a spiegare che no, la pizza non potrà più mangiarla perché contiene frumento. Oppure che no, il gelato non lo può prendere perché contiene latte.

Trovare un ristorante nel quale i bambini con intolleranze alimentari possano sentirsi coccolati è davvero una gran cosa. Camerieri attenti a capirne ogni esigenza, cuochi in cucina pronti a trovare soluzioni appetitose che non facciano sentir troppo la privazione ai palati esigenti dei più piccoli. Dalla celiachia alle intolleranze più varie, al Ristopizza San Michele i clienti con esigenze particolari ricevono la dovuta attenzione. Sempre.

Articolo precedente
Su su, in volo tra i giochi, più in alto dello scivolo
Articolo successivo
3 2 1 Driiin! La scuola è finita, la pizzata è una gran festa
Menu