Kids-friendly! Al San Michele i bambini li accogliamo a braccia aperte

Portateli fuori a cena, anche il ristorante è un’esperienza formativa, da noi i bambini sono i ben venuti.

Bambini sì, bambini no. Negli ultimi anni si è diffusa anche in Italia la tendenza dei ristoranti “childfree”, ovvero quelli che dei più piccoli fanno volentieri a meno. Della serie: “Qui i bambini non possono entrare”.

Ci sono locali che lo comunicano in modo esplicito, addirittura con cartelli oggettivamente di pessimo gusto (come quello esposto in un ristorante vicino a Pisa: “Il cellulare nuoce alla salute dei vostri bambini. Lasciate a casa entrambi”). E ci sono pizzerie che lo fanno capire più o meno velatamente.

Perché si sa, i bambini a cena non sono facili da gestire. Si alzano, urlano, disturbano le persone sedute ai tavoli accanto, spesso piangono e fanno i capricci, sporcano, non apprezzano i menù gourmet studiati per stupire gli adulti. Necessitano di attenzioni particolari, di pazienza.

Verissimo. Finché non si prova a invertire la prospettiva, a cambiare sguardo. A osservare il mondo con i loro, di occhi. Il ristorante si trasforma, diventa un luogo da scoprire, un concentrato di stimoli rivolti a tutti i sensi. Il cibo che si gusta, che si tocca, che si annusa. Il piacere di mangiare unito al piacere di scoprire cose nuove, la condivisione dei piatti a tavola, il rispetto delle regole.

Al San Michele si è partiti anni fa da una convinzione forte: se il locale è kids-friendly i bambini stanno bene, si divertono, giocano tra loro, passano una splendida serata insieme con mamma e papà. Non disturbano e non creano disagio a nessuno. Crescono. Perché sì, anche uscire a cena può trasformarsi in un momento formativo.

Il sedersi insieme attorno a un tavolo, il decidere cosa ordinare, l’assaggiare. Chiacchierare con i genitori come magari a casa si fa fatica a fare, perché c’è sempre qualche faccenda da sbrigare, un compito da finire, qualcosa da sistemare. Al ristorante, davanti a una pizza, il tempo si ferma. Sei lì per quello, per goderti una cena in santa pace senza nemmeno dover cucinare, senza apparecchiare, senza litigare. Ai bambini si può davvero prestare attenzione, ascoltare il racconto di com’è andata la giornata, confrontarsi.

Poi beh, ci sta, dopo la cena è il momento di divertirsi. E allora via, i ragazzini possono correre nel verde del parco del Ristopizza San Michele. Tra salti e scivolate, avventure e fantasia, il tempo vola. E al tavolo si ritorna solo dopo una buona mezz’oretta, per gustare un dolce delizioso e lasciarsi convincere (a fatica) a tornare a casa.

Babyfriendly. Sì. Un locale adatto ai bambini. Giochi, menù dedicati, ma anche spazio per seggioloni, passeggini, fasciatoi per il cambio pannolini. E ancora matite e fogli per colorare, zona bimbi al chiuso per l’inverno, grande parco giochi all’aperto per l’estate. Poco ma sicuro, il San Michele i più piccoli li aspetta a braccia aperte.